TRAVEL: UN WEEKEND A COLMAR, TUTTO QUELLO CHE C'E' DA SAPERE

Natale a Colmar

Colmar: dove le fiabe incontrano la realtà.


Avete presente quelle palle di vetro con dentro la neve? 

Ecco questa è la similitudine che meglio descrive Colmar nel periodo natalizio! Camminare per le strade di Colmar è come vedere le fiabe dell'infanzia prendere vita. Non a caso questo paesino è stato di ispirazione per la creazione del villaggio nel racconto DisneyLa Bella e la Bestia”. Case a graticcio dipinte in tonalità pastello, piccoli cottage, persiane in legno e tortuose strade acciottolate. Colmar è il posto perfetto per girovagare e vedere cosa incontri, e in questo periodo le luci, gli addobbi e i mercatini la rendono ancora più magica!

Colmar

Alsazia

Borghi d'Europa

Borghi dell'Alsazia


Non tutti sanno che…

Colmar è attraversata dal fiume Launch, ed è divisa in quartieri. 

Tra questi quello che maggiormente colpisce è Quai de Poissoniers, soprannominata Petit Venice

Qui ogni casetta ha una diversa tonalità pastello. Questo era infatti il vecchio quartiere dei mercati e la storia racconta che i diversi colori indicavano i diversi tipi di attività commerciali: il blu per il pescatore, il rosso per il macellaio e così via….
Inoltre lungo la strada che porta al paese troverete una copia esatta della statua della Libertà, alta 12 metri e installata nel 2004 per onorare Auguste Bartholdi, creatore della famosa Statua della Libertà che si trova a New York e nativo proprio di Colmar.

Quai de Poissoniers

48 ore a Colmar

fiume Launch

Viaggi di Natale

Il Natale a Colmar: 5 Mercatini imperdibili

Sono 5 i mercatini allestiti a Colmar in periodo natalizio, situati in diversi quartieri e collegati dal “percorso delle luci”. Il paesino non è molto grande, quindi in un weekend riuscirete a visitarli tutti: 

 1. Place des Dominicains 

2. Place des 6 Montagnes Noires 

3. Place de l’Ancienne Douane 

4. Au Koifhus 

5. Place Jeanne d’Arc 

I mercatini sono tutti diversi tra loro, alcuni maggiormente incentrati sulle specialità gastronomiche, altri sugli articoli di artigianato, altri sui capi di abbigliamento, è un piacere scrutare tra le varie casette in legno, lasciandosi guidare dagli odori e dalla musica natalizia. 

Se potete evitate però il weekend, perché c’è davvero troppa affluenza in quei giorni e rischiate di non riuscire a cogliere a pieno l’atmosfera di questi posti.

Alsazia a Natale

Attrazioni Colmar

Prodotti tipici Alsaziani

vin brulè
Luci di Natale



I DETTAGLI

La domanda che più mi avete fatto in questi giorni è stata: quanto costa un weekend a Colmar

Bene, io ho pagato: volo A/R Napoli – Basilea +2 notti in hotel + 2 giorni in auto: 150€ a persona! 

Colmar è davvero facile da raggiungere dagli aeroporti più vicini: dista solo 35 minuti da Strasburgo, 45 minuti da Basilea, 2 ore da Zurigo e 2 ore e 50 minuti da Parigi. 

Se partite da Napoli easyJet ha delle ottime offerte per Basilea! Da Basilea poi potete decidere di spostarvi in treno, in pullman o in auto. 


I prezzi di appartamenti ed hotel in centro a Colmar sono proibitivi in questo periodo, se invece vi allontanate di poco, nei paesi limitrofi iniziano a scendere, io ho optato per “Ibis Budget Sèlestat”, si tratta di una catena di hotel dal design molto minimalista, quasi interamente computerizzati, (vi dico solo che siamo entrati in hotel tramite un codice che ci era stato comunicato telefonicamente, molto in stile escape room) insomma, nulla di eccezionale, ma quanto meno era pulito ed il letto era comodo, dettagli che per 2 notti sono più che sufficienti! 

Per quanto riguarda l’auto, noi abbiamo prenotato tramite Sixt, al costo di 30€ al giorno, con un limite giornaliero di chilometraggio (più che sufficiente per spostarsi tra i vari paesini) e da restituire con il pieno. 

Colmar non è particolarmente costosa, abbiamo provato diversi piatti e bevande tipiche fra i vari mercatini pendendo forse 7€ a testa, abbiamo bevuto una squisita cioccolata calda seduti al bar carosello al prezzo di 1,50€ (il prezzo iniziale delle bevande è 2,50€ ma se restituisci il bicchiere ti ridanno 1€), e abbiamo fatto colazione in quella che sembrava la casetta di Hansel e Gretel, con degli ottimi croissant e una deliziosa torta di mele alsaziana. 

Ma del cibo, e dei suoi costi, vi parlerò in modo più approfondito tra poco

dove alloggiare a Colmar
Natale in Europa

viaggio in Alsazia

bevande tipiche colmar



Mangiare a Colmar

La cucina alsaziana è profondamente contaminata dalle tradizioni tedesche, difatti i piatti principali sono a base di maiale e non stupitevi nel vedere bretzel farciti in tutti i modi. 

I vicoletti di Colmar sono animati dalle Wistub, le tipiche osterie alsaziane, dove l’atmosfera è tranquilla e familiare, i vari spazi sono di dimensioni contenute e suddivisi da travi in legno. 


La prima sera abbiamo cenato in una di queste: a “La Taverne”, ed abbiamo provato la “Fondue Vigneronne vin rouge”, ovvero carne di manzo fatta a cubetti da immergere in un pentolino colmo di vino rosso aromatizzato, con contorno di patatine fritte servite con una serie di salsine! La carne cotta così assume un sapore particolare, e poi l’attesa della cottura permette di rilassarsi e chiacchierare fra un boccone e l’altro. 

Il proprietario poi è cordialissimo, a fine serata ha alzato il volume della musica e ha selezionato una playlist natalizia, immediatamente le persone hanno iniziato a cantare, i camerieri a ballare, insomma sembrava di trovarsi in un musical! 


 La seconda sera invece abbiamo cenato da “Japadeunon”, un wine bar che vi stra consiglio! In particolare vi invito vivamente a prenotare il vostro tavolo perché altrimenti è impossibile cenare lì; e vi consiglio di andare di domenica quando preparano come piatto speciale “les pâtes dans la tomme flambée a la chartreuse”, ovvero la pasta al formaggio fuso condita direttamente all’interno di una forma di formaggio stagionato. Credetemi, per non essere italiani, questi ragazzi sanno preparare un primo squisito, la pasta era leggermente scotta, ma io l’ho praticamente divorata perché il sapore del formaggio era troppo buono. 

Prima di questo piatto però abbiamo ordinato un “planchettes de fromages et de charcuteries” ovvero un tagliere di salumi e formaggi, accompagnati da uno dei vini alsaziani più famosi (e non a caso aggiungerei, è buonissimo!): il Riesling


Se visitate l’Alsazia non potete non assaggiare salumi, formaggi e vini, sono le specialità di questa zona, famosa tra l’altro proprio per la sua strada dei vini!


dolci tipici

planchettes de fromages et de charcuteries


Fondue Vigneronne Vin Rouge

prodotti tipici Colmar


NON SOLO COLMAR…

L’Alsazia è uno di quei posti nei quali intendo tornare, perché i vari paesini meritano tutti una visita. 

Avendo poco tempo a disposizione abbiamo visitato solo Riquewhir, che è forse ancora più incantevole e caratteristica di Colmar, forse per le sue dimensioni davvero ridotte! 


Ecco quindi l’itinerario che vi consiglio (e che io spero di fare al più presto) se avete almeno 5 giorni a disposizione: 

Partite da Strasburgo, perdetevi tra i vari borghi da fiaba: 

Obernai, Mittelbergheim, Ribeauvillè, Riquewihr e Kaysersberg, arrivati qui proseguite poi verso Colmar, visitando qualche cantina lungo la “Route des vins d’Alsace” (i vini più rinomati sono il Riesling, il Pinot Blanc e lo Gewurztraminer), ed infine da Colmar raggiungete Eguisheim.


mangiare a Riquewihr

mangiare in Alsazia

viaggio in Alsazia

weekend di Natale

Weekend in Alsazia

paese de La Bella e La Bestia

Christmas travel

Alsazia


0 commenti:

Posta un commento

 

Who I am?

 photo profilocompleto2_zpsnb9nfvnw.jpg

INSTAGRAM

Lettori fissi